esperienza o letteratura ?

  • Io credo che sia "l'esperienza", in modo più radicale e profondo, a "formare" il cuore dell'uomo. A fare "cultura". Un bambino percepisce e fa esperienza dell'amore della madre, prima di aver letto al riguardo. Uno si inmamora di una donna anche senza avere letto tutte le poesie d'amore. Uno fa "esperienza" del rispetto per la donna nell'ambiente in cui vive, prima che sentirlo proclamare. E così via. Poi la letteratura può aiutare ad "esprimere", a far maturare la consapevolezza.

6 comments
  • Vita Marinelli
    Vita Marinelli Esattamente. La letteratura aiuta dove l'esperienza disattende la formazione di una cultura. E il rispetto per gli altri, senza distinzione di genere, non è scontato e sperimentato, sempre.
    April 8, 2014
  • Salvatore Guarnera
    Salvatore Guarnera Credo di capire che siete fondamentalmente d'accordo con me (precisazione per Vita: anche un'esperienza cattiva forma tanto quanto una buona, sicchè il fatto che "il rispetto non sia sperimentato sempre" non nega il principio, anzi); ma cadete in...  more
    April 8, 2014
  • Salvatore Guarnera
    Salvatore Guarnera Potete scrivere e far leggere tutti i libri che volete, ma chi non fa esperienza concreta del rispetto avrà difficoltà a capire e a crederci. A meno che scrivete per gli ideologi.
    April 8, 2014
  • Maria Paoloni
    Maria Paoloni Io non scrivo per gli ideologi, non ne sarei neanche capace e non mi interesserebbe. Certo che bisogna fare esperienza concreta del rispetto, ma se l'ambiente in cui si vive non lo permette, allora si può sperare nell'intelligenza intuitiva ed emotiva...  more
    April 8, 2014